Autorizzazione Tribunale di Roma n. 378 del 30/09/2005
 
Work in progress - Anno XVI - n.68 - Aprile - settembre 2021
NARRATIVA 

I LIBRI SCELTI PER VOI
a cura di Ilaria D'Ambrosi




Ken Follett. I pilastri della terra

Primo di una trilogia appassionante e coinvolgente, I pilastri della terra, è un intrigante giallo, ma anche una intensa storia d’amore e una brillante rievocazione storica, nato dalla penna dello scrittore britannico Ken Follet. Un’opera uscita per la prima volta in libreria nel 1989 e in breve tempo diventata un best seller internazionale per la dimensione epica della sua narrazione.
Ambientati nell’Inghilterra del XII secolo i fatti vedono l’incrocio tra intrighi e cospirazioni, passioni e pericoli, carestie, conflitti religiosi e lotte per il potere, il tutto piacevolmente incorniciato della gustosa e puntuale descrizione della costruzione della cattedrale gotica di Kingsbridge, vero e proprio fulcro del romanzo.

 
Diversi sono i personaggi e le vicende che si accavallano, protagonista assoluto della storia è Tom il costruttore, ma lo è anche la forte e indomita Ellen, e poi Jack un intelligente e curioso orfano, l’astuto priore Philip, la bella Aliena e il crudele William senza dimenticare il perfido Waleran; personaggi quasi mai completamente schierati nel bene o nel male e proprio per questo umani, dotati di un carattere vivo e determinato che cattura il lettore trascinandolo nelle pagine del libro e coinvolgendolo nelle più laide faide per il potere nelle lotte tra Chiesa e Impero, nella miseria e nelle disuguaglianze tra la nobiltà e la borghesia che contraddistinguevano l’Inghilterra del 1100. I personaggi, e con essi il lettore, si animano in un ambiente sapientemente ricostruito dal punto di vista storico culturale e muovono le proprie fila in un mondo di giochi di potere e meschinità, ma pur sempre timoroso nei confronti della religione e devoto alla solennità dei riti.
Un romanzo intenso e carico di tensione, in grado di tenere il lettore attratto e con il fiato sospeso dalla prima all’ultima pagina. Il tutto colorito dal fascino dei fatti narranti la costruzione dell’immaginaria cattedrale al sud del paese, arricchiti della descrizione delle tecniche architettoniche e scultoree adottate dal capomastro Tom e dai suoi scalpellini, ma anche dalle consuete pratiche per il trasporto e la lavorazione dei materiali e dalle fasi dell’edificazione stessa. Insomma, un piccolo, romanzato, prontuario di storia delle tecniche architettoniche medievali!
Una trama fluida e molto avvincente, carica di segreti inconfessabili, violenza, corruzione, amori delittuosi in un continuo susseguirsi di colpi di scena e pillole storico artistiche, in un continuo alternarsi di magia e realtà, di fantasia e nozionismo.
Il romanzo si apre con l’impiccagione di un uomo accusato di essere un ladro, una consuetudine per il 1123, ma questa volta la folla non acclama il boia né addita l’accusato vituperandolo con i peggiori insulti, così mentre si consuma questa macabra e ingiusta azione, non stona l’incursione di una stravagante fanciulla che si fa largo tra la gente e uccide un gallo, lanciando una tremenda maledizione i fautori dell’esecuzione.

Così ha inizio una storia che si concluderà con la morte di Thomas Becket nel 1170, la cui spiegazione verrà rivelata al lettore lentamente tra le righe del testo e nel prologo.
Senza svelare troppi dettagli della trama, preservando così il gusto della lettura e l’emozione di essere continuamente riportato al XII secolo, possiamo dire che I pilastri della terra è un meraviglioso romanzo storico, pensato per il grande pubblico di tutte le fasce d’età e preparazione culturale, grazie al quale è veramente possibile immaginare la vita comune nel Medioevo, dal tipo alla preparazione del cibo, all’allestimento delle abitazioni povero o signorili, agli usi e i costumi sociali, alle dinamiche per difendersi dai soprusi e dalle violenze, un mondo lontano, superato, in cui però i sentimenti e le passioni sono il solido legame con i giorni nostri. I personaggi dai caratteri sfaccettati, lo spaccato di un’epoca remota, la sensazione di toccare con mano le pietre della cattedrale di Kingsbridge, scandiscono il tempo della vita dei protagonisti e il ritmo con cui vengono svelati i segreti e gli intrighi di uno dei romanzi più avvincenti e ben costruiti del nostro tempo.
Dalla lettura de I pilastri senza fine si arriva con il desiderio di leggere il volume successivo, Mondo senza fine, e poi l’ultimo episodio della trilogia, La colonna di fuoco, per chiudere il cerchio della storia della cattedrale e degli abitanti della città di Kingsbridge o forse solo per fingere per qualche ora di far parte di un gioco delle parti in bilico tra la realtà storica e la magia del romanzo.



Titolo: I Pilastri della terra
Autore:
Ken Follett
Editore:Mondadori, edizione tascabile
Pagine: 1056
Prezzo: 9,90 euro




E' vietata la riproduzione anche parziale dell'articolo e delle immagini © Copyright