Autorizzazione Tribunale di Roma n. 378 del 30/09/2005
 
Work in progress - Anno X - n.44 - Aprile - giugno 2015
NOTIZIE ed EVENTI


Le affascinanti trasparenze del VETRO: Alexandra Muresan
di Marina Turco


La LUISS Guido Carli ospita a Roma una bipersonale d’arte contemporanea di Anna Di Prospero e Alexandra Muresan, dal titolo: VETRO - Trasparenze, quattro forme dell’invisibile.
Mercoledì 13 maggio, nell’ Aula Chiesa di viale Romania dell’Università LUISS Guido Carli di Roma, si inaugura la mostra che vedrà coinvolte due giovani artiste: Alexandra Muresan e Anna Di Prospero, fotografa, legate dall’uso del vetro come materia della loro ricerca artistica.



A. Muresan: Duplicity I
Meteorit




Nel lavoro di Alexandra Muresan, artista rumena di IAGA International Art Gallery Angels, il vetro è usato come pura materia e diviene strumento per creare sculture che ricordano le "città invisibil"i descritte da Italo Calvino. Così come il Dottor Manhattan costruisce, nella celebre Graphic novel di Alan Moore, la sua città ideale plasmando le sabbie del suolo marziano, la Muresan usa il vetro per dar forma alla sua esperienza: in questo modo nascono opere che sono al contempo piccoli, fragili bastioni a difesa della memoria dell’artista o monumenti maestosi capaci di ispirare suggestioni negli spettatori.
Le sculture della Muresan privilegiano una materia impalpabile ed evanescente come il vetro: esse somigliano a forme acquatiche sorgenti dal nulla, dai colori tenerissimi e sfumati, come "Duplicity"; forme aeree, quasi immagini cosmiche senza gravità, come “Fragile”, oppure sembrano misteriosi alambicchi di luce, come “Meteorite”, o ancora reticolati evanescenti che scorrono e si disfano nell’etere, come “Panta rei”.
I lavori fotografici della Di Prospero e quelli scultorei della Muresan si alterneranno fino al 30 giugno nella navata sinistra della suggestiva Aula Chiesa di Viale Romania a Roma, in una mostra tutta al femminile che introdurrà, per la prima volta, un’artista straniera all’interno del ciclo “Trasparenze”, grazie alla collaborazione straordinaria della curatrice Ilaria Bignotti e della IAGA International Art Gallery Angels di Cluj.
L'esposizione si concluderà il 30 giugno 2015.

Fragile
Panta rei IV



Info: attivitaculturali@luiss.it.




E' vietata la riproduzione anche parziale dell'articolo e delle immagini © Copyright