Autorizzazione Tribunale di Roma n. 378 del 30/09/2005
 
Work in progress - Anno XIV - n.62 - Ottobre - dicembre 2019
NOTIZIE ed EVENTI

I monili di MARIA PAOLA RANFI: sculture da indossare!
a cura della redazione
 




“Maria Paola Ranfi. Gioiello - intimo colloquio” è il titolo di una mostra romana che presenta una selezione di oltre 60 esemplari tra gioielli e sculture realizzati dall’orafa-artista dagli anni Novanta sino a oggi.
Un excursus alla scoperta dell’immaginario della scultrice e maestra orafa Maria Paola Ranfi che si snoda in diverse sezioni: le suggestioni liberty e animalier con le collezioni Volando volando; La casa delle rane e la Collezione del mare; Il percorso dell’anima; Il risveglio dei giusti, In questo mondo di porcellana, cui si aggiungono nuovi lavori provenienti dalla collezione inedita Mutanti, e la serie Venetian mask, nonché alcune sculture in resina, in ceramica e in bronzo.
Si tratta di pezzi unici, realizzati a cera persa in oro, bronzo e argento, con pietre preziose e semipreziose dai tagli rari e particolarissimi o con elementi in porcellana modellata dalla stessa artista.


Sognando l'Africa 2000, bronzo rosa, sbalzo e cesello, bronzo giallo, rubini, ametrina, modellazione a cera persa.
Ph. Massimiliano Ruta

Il passaggio 2007, collezione Il percorso dell'anima, collana, bronzo, argento, granato corniola e granato, fusione a cera persa, ph. Massimiliano Ruta





I soggetti sono piccoli animali, come orsetti e rane, oppure volti femminili, figure danzanti e piccoli nudi che si intrecciano con elementi di natura e forme astratte ad intessere una storia fantasiosa e inaspettata.
Ispirati agli stilemi dell’Art Nouveau liberamente reinterpretata, i gioielli di Maria Paola Ranfi, particolarmente in sintonia con lo stile e l’atmosfera della Casina delle Civette che li ospita, sono vere e proprie «sculture da indossare», come lei stessa ama definirle. Eleganza, equilibrio e movimento ne caratterizzano le fogge importanti che, con grande sapienza artigiana, Maria Paola Ranfi riesce sempre ad armonizzare con i corpi cui sono destinate, creando quell' intimo colloquio, come recita il titolo dell'esposizione!
Promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e organizzata dall’Associazione Eco dell’Arte, la mostra è a cura di Elena Paloscia e sarà inaugurata venerdì 25 ottobre a Roma, presso La Casina delle Civette, Musei di Villa Torlonia, per conludersi il 26 gennaio 2020.
In occasione della mostra si terranno inoltre una serie di eventi collaterali tra cui visite guidate, workshop e dimostrazioni, conferenze ed eventi performativi.

Il rifugio dell'anima 2017, collezione In quel mondo di porcellana, spilla, bronzo, porcellana, peridoti e brillanti, fusione a cera persa, ph. Massimiliano Ruta


Anello n. 3 2007-2010, collezione La casa delle rane, argento, onice, malachite, quarzo citrino, ranocchia in bronzo, fusione a cera persa, ph. Massimiliano Ruta




Cenni biografici.

Scultrice e orafa, Maria Paola Ranfi nasce a Roma dove consegue la maturità artistica. Nel 1978, presso la Scuola delle Arti Ornamentali di San Giacomo di Roma, frequenta il corso triennale di Scultura e poi quello di Oreficeria. Gli anni ’80 la vedono collaborare con aziende del bijoux di alta moda quali Helietta Caracciolo e la DGF (Diffusione Grandi Firme), per passare nel decennio successivo al settore dei preziosi, realizzando prototipi in stretto contatto con i designer aziendali determinando, in questa collaborazione, un continuo interscambio di competenze e di saperi.
Filo conduttore dell’attività professionale è l’insegnamento con l’esperienza ventennale nel Dipartimento di Design del Gioiello dello IED come docente del Laboratorio orafo, settennale presso il Centro di Formazione Professionale di Roma Capitale e dal 2000 a oggi presso la Scuola delle Arti Ornamentali di San Giacomo in Roma.
L’insegnamento è per l’artista un continuo arricchimento, un momento importante di confronto con studenti cui trasmettere il suo rigore tecnico e il desiderio di sperimentazione; il suo impegno pedagogico è costantemente teso a incoraggiare la ricerca personale di valori e di attitudini stimolando in ognuno degli allievi la crescita di abilità e competenze.



Ospite discreta 2006, collezione Il percorso dell'anima, anello bronzo placcato oro, perla, pietra verde, fusione a cera persa, ph. Massimiliano Ruta


Odette 2018, collezione Il risveglio dei giusti, spilla, argento, oro, malachite brasiliana e brillanti, fusione a cera persa, ph. Massimiliano Ruta

Info:
Eco dell'Arte www.ecodellarte.it
Ufficio Stampa e-mail: paolasaba@paolasaba.it




E' vietata la riproduzione anche parziale dell'articolo e delle immagini © Copyright