Autorizzazione Tribunale di Roma n. 378 del 30/09/2005
 
Work in progress - Anno XVII - n.71 - Aprile - giugno 2022
I GRANDI RESTAURI 


Alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana un restauro prestigioso
"Assunzione della Vergine con Santi" attribuita alla bottega di Sandro Botticelli
a cura della redazione
 


Assunzione della Vergine con i Santi Benedetto, Tommaso e Giuliano, tavola attribuita alla bottega di Sandro Botticelli (prima del restauro)

Assunzione della Vergine dopo il restauro



E’ stato presentato il 5 aprile 2022 alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana il restauro dell’Assunzione della Vergine con i Santi Benedetto, Tommaso e Giuliano, opera attribuita alla bottega di Sandro Botticelli e proveniente dal Complesso Monumentale della Pilotta di Parma.
Dalle approfondite indagini diagnostiche a Parma e ai laboratori di Open Care a Milano l’opera presentava una vernice particolarmente ingiallita e diversi e stratificati interventi di restauro che hanno interessato il supporto ligneo ma, soprattutto, in maniera eterogenea gli strati decorativi, che dunque nascondevano lo strato pittorico originale.
Ha spiegato Isabella Villafranca Soissons, direttore dei laboratori di restauro Open Care: "La tavola dell'Assunzione era stata totalmente ridipinta ma con tale precisione che nemmeno l'accurata campagna diagnostica cui l'avevamo sottoposta ne aveva rivelato i tre strati successivi. Dopo aver risanato e consolidato, abbiamo perciò effettuato tre livelli di pulitura della superficie pittorica, incoraggiati da Simone Verde, direttore della Pilotta, e sono emersi colori bellissimi: la veste di san Tommaso è ora di un verde squillante e quella di san Giuliano, da marroncina è diventata azzurra. L'opera è sicuramente uscita dalla bottega di Botticelli, perché le tre metodologie del disegno preparatorio (incisione; spolvero, non così frequente sulle tavole; disegno a pennello), sono perfettamente congruenti. Sull'intervento personale del maestro restano dubbi, sebbene la qualità della figura di San Giuliano sia altissima».



San Giuliano, prima del restauro


San Giuliano, dopo il restauro


La scelta di ospitare la presentazione del restauro dell’Assunzione della Vergine e Santi alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano permette di ricomporre un tassello dell’analisi storica dell’opera, confermando l’attribuzione alla bottega del Botticelli e rendendo ipotizzabile un intervento del Maestro stesso.
Nella Veneranda Biblioteca Ambrosiana è conservato, infatti, il disegno San Tommaso che riceve la cintura della Vergine, probabile modello per la figura di San Tommaso nella tavola della Pilotta, raffigurato nella stessa posizione a ricevere appunto la cintura dalle mani dell’Assunta.
Il disegno è realizzato a penna, inchiostro metallico, tracce di gessetto nero, lavaggi marroni e biacca su carta bianca parzialmente sfumata di rosa e tagliata in modo irregolare. il dipinto, attribuito da Sebastiano Resta a Botticelli, è incollato a un foglio del codice dove Sebastiano Resta raccoglie nel 1690 i disegni dei maggiori artisti del Rinascimento italiano. Resta lo attribuisce a Botticelli con la scritta «di Sandro del Botticello pittore».
Open Care – Servizi per l’Arte è l’unica società in Italia a offrire servizi integrati per la conservazione, gestione e valorizzazione di opere e collezioni d’arte (Art Collection Management). Dispone di caveau, spazi espositivi e laboratori per il restauro di opere di qualsiasi natura, tecnica ed epoca attrezzati con le tecnologie più innovative e di una rete di consulenti per expertise, valutazioni patrimoniali e assistenza alla compravendita.




San Tommaso prima del restauro

San Tommaso dopo il restauro



Factum Foundation for Digital Technology in Preservation è un'organizzazione no-profit fondata da Adam Lowe nel 2009. La Fondazione collabora con la società consociata Factum Arte (nata nel 2001), un laboratorio multidisciplinare, il cui operato si fonda sulla mediazione digitale tra tecnologie e arte contemporanea e sulla produzione di facsimili. La Fondazione è stata istituita per dimostrare l'importanza di documentare, monitorare, studiare, ricreare e diffondere il patrimonio culturale mondiale attraverso il rigoroso sviluppo di tecnologie di scansione ad alta risoluzione e tecniche di rimaterializzazione. Le attività della Fondazione includono: la creazione di archivi digitali per la tutela e lo studio; l'ideazione e l'organizzazione di mostre itineranti; l'istituzione di centri di formazione per l'apprendimento delle diverse tecnologie sviluppate dalla Fondazione, per la documentazione del patrimonio culturale a livello locale; e la produzione di facsimili identici all'originale come parte di un nuovo approccio alla tutela e al restauro.



La Vergine prima del restauro


La Vergine dopo il restauro





info:
Ufficio Stampa La Pilotta – Comin & Partners
Rachele Mannocchi rachele.mannocchi@cominandpartners.com | Tel. 349.8470454



E' vietata la riproduzione anche parziale dell'articolo e delle immagini © Copyright