Autorizzazione Tribunale di Roma n. 378 del 30/09/2005
 
Rivista bimestrale -Anno IV- Autunno 2008, n.16
GALLERIE IN RETE 
PROPOSTE DI ARTE CONTEMPORANEA

LA WUNDERKAMMERN A ROMA
di Artemisia



Adele Lotito:unione copia


Il titolo dell'evento, oltre che suggerire la leggerezza festosa dell’inaugurazione di un nuovo spazio culturale romano, fa riferimento al concetto di "opening", implicito nella poetica da sempre perseguita da Wunderkammern: l’apertura concettuale dell’Associazione al visitatore, posta continuamente in confronto dialettico con l’ispirazione poetica dell’artista e la privacy dell’abitazione che accoglie le opere.
Nella sede romana Wunderkammern proporrà eventi d’arte con frequenza bimestrale, la cui qualità culturale è garantita da un comitato scientifico di esperti: critici, storici d'arte, collezionisti e curatori di arte ambientale. Storicamente le Wunderkammern sono raccolte di curiosità scientifiche, di oggetti straordinari, di naturalia, di mirabilia, realizzate sin dal Medioevo, ma incrementatesi soprattutto dal XVI al XVIII secolo, grazie a “virtuosi” collezionisti che hanno diffuso il fenomeno nelle corti d’Europa e tra i borghesi più illuminati. Oltre che una raccolta, una Wunderkammer è anche la “camera dei miracoli”, ovvero un luogo atto al manifestarsi di un prodigio: del creato, della natura, della scienza, dell’alchimia, della tecnica, dell'arte.
 


Si inaugura a Roma, il 18 ottobre 2008, l'evento intitolato WUNDERKAMMERN OPENING PARTY, a cui partecipano gli artisti: Sukran Moral e Mariagrazia Contorno, presentate da Simonetta Lux; Raul Gabriel presentato da Alberto Dambruoso; Adele Lotito presentata da Giorgio Bonomi e Myriam Laplante presentata da Cristiana Perrella. In un nuovo locale, situato nel VI Municipio, il Centro d'arte contemporanea a carattere internazionale, “Wunderkammern”, che già da dieci anni svolge a Spello (Umbria) le proprie attività artistico-espositive, presenta le opere di 5 artisti, installazioni site specific, video proiezioni, foto, azioni di performance.


Sukran Moral

L'associazione Wunderkammern, pur avendo fatto proprio il principio ispiratore delle omonime raccolte di curiosità scientifiche, non colleziona più oggetti, ma eventi d'arte della meraviglia.
Anche la Wunderkammern di Roma, come quella di Spello, avrà una sua visibilità limitata e la presenza di “incidenti di privacy” che suggeriscano la privata abitazione, nei locali, nella cantina, in giardino, tutti ambienti disponibili ad ospitare le opere.
 

Myriam Laplante



Burnberry:
fiamma ossidrica su blackberry


Le attività esploreranno le tematiche già consolidate dal centro d'arte e divenute ormai una tradizione:
•  Meraviglia e Paradosso
•  Privacy
•  Voyeurismo Culturale
•  Diritto all'Immagine
•  Interazione Artista-Opera-Fruitore
•  Arte Pubblica

L’evento espositivo romano, che si preannuncia interessante ed originale, ha il patrocinio delle istituzioni pubbliche: Regione, Provincia, Comune e VI Municipio.
www.wunderkammern.net

(La riproduzione in capo alla pagina è l'autoritratto di Artemisia Gentileschi, copia dell'originale, disegnata dalla restauratrice Francesca Secchi)




E' vietata la riproduzione anche parziale dell'articolo e delle immagini © Copyright