Autorizzazione Tribunale di Roma n. 378 del 30/09/2005
 
Rivista bimestrale - Anno VII - n.27 - Gennaio-febbraio 2011
GALLERIE IN RETE 
PROPOSTE DI ARTE CONTEMPORANEA

Nel mondo colorato di Luigia Granata, i 150 anni dall’Unità d’Italia.
“I volti degli artisti”, fotografati da Emiliano Zucchini

di Carmelita Brunetti



Nel mondo colorato di Luigia Granata.
La mostra di Luigia Granata dedicata al Centocinquantenario dell'Unità d'Italia, intitolata “Cartoline dall'Italia Unita”, non solo è un omaggio artistico all'Italia, ma un grido d'amore verso la nostra terra. In ogni opera c'è l'universo racchiuso nel codice di un linguaggio pittorico inusuale, in cui gli archetipi rimandano a un mondo ancestrale. Raccontare per immagini le speranze e le ambizioni di una pittrice che vede il mondo a colori e con la spontaneità di un fanciullo, è una sua prerogativa, oltre che una necessità.
Da illustratrice qual'è, Luigia Granata delinea il suo mondo lirico, un po' visionario e ironico, come fa con “Le gambe della luna, tutti gli ossi al cane, uguali – opposti”, tutte opere realizzate nel 2010 su carte pregiate e acquerellate. L'Artista sovrappone diversi materiali come pelle, stoffe particolari, carte da gioco, scegliendo per ogni opera singolari cromie. La sua espressività pittorica nasce dal bisogno di rivivere le proprie emozioni quotidiane; in questa recente produzione leggiamo una ricerca intima più significativa, che la porta ad avere una lettura ottimistica del mondo di cui coglie principalmente gli aspetti ludici per ironizzare e dare un tocco smaliziato ai suoi lavori, piccoli mondi fantastici. La personale di Luigia Granata, aperta al pubblico dal 7 al 13 febbraio 2011, rientra, assieme alla mostra di fotografia del giovane romano Emiliano Zucchini, nel mio progetto “Percorsi creativi inusuali”, dedicato ai linguaggi espressivi contemporanei legati alla tradizione.


“I volti degli artisti” di Emiliano Zucchini, che s'inaugura il 15 febbraio, e' un percorso visivo fatto di sguardi introspettivi, volti che parlano della vita di grandi personalità dell'arte contemporanea. Il bianco e nero caratterizza l'impianto dell'opera e risalta la bellezza della forma dei corpi ritratti, facendo concentrare lo sguardo dell'osservatore su piccoli particolari che fanno dell'immagine la soluzione ottimale di quei momenti, tracce di vite che regalano emozioni. Ripercorrendo un sentiero già esplorato dai più celebri fotografi del secolo scorso, Emiliano Zucchini ha ritratto Yoko Ono, Verna nel suo studio, Ragalzi e altri artisti noti nel panorama artistico internazionale dell’arte. Con questi scatti Zucchini intende mettere in evidenza la peculiarità dei personaggi e la loro forza innovativa nell'ambito della ricerca artistica. Colpisce anche la semplicità nella scelta delle pose e delle espressioni, che diventa uno degli elementi fondamentali di tutta la sua opera.
La mostra sarà aperta fino al 20 febbraio 2011. Entrambe le personali, patrocinate dal Comune di Cosenza, dall'Assessore al Turismo Marco Ambrogio, dalla Provincia di Cosenza e dall'Assessore al Turismo Pietro Lecce, sono curate dalla scrivente; l'allestimento nella splendida Sala Museale della Biblioteca Nazionale di Cosenza, è di Orlando Francesca.

 



Luigia Granata. La dama d'Italia







Emiliano Zucchini. Yoko Ono

E' vietata la riproduzione anche parziale dell'articolo e delle immagini © Copyright