Autorizzazione Tribunale di Roma n. 378 del 30/09/2005
 
Work in progress - Anno IX - n.35 - Gennaio - marzo 2013
GALLERIE IN RETE 
PROPOSTE DI ARTE CONTEMPORANEA

Emiliano Zucchini alla Fiera d'arte contemporanea di Bologna
di Carmelita Brunetti



Per questo numero di Gallerie in rete ho scelto di presentare l’opera fotografica “Antenne e Croci” di Emiliano Zucchini, giovane artista romano under 35, perché entrambi, (Zucchini da artista ed io da giovane critico under 35), abbiamo partecipato, insieme alla galleria Arte A Colori di Francesca Sensi, al concorso indetto da Set Up Art Fair, la nuova e rivoluzionaria Fiera d’arte contemporanea indipendente che aprirà i battenti a Bologna dal 25 al 27 gennaio 2013, nei locali dell’Autostazione, in via XX settembre.

Emiliano Zucchini è nato a Frascati nel 1982, ma vive e lavora tra Roma e Senigallia; è un fotografo molto originale nella scelta dei soggetti delle sue opere . Le "Antenne e Croci", che espone alla Fiera bolognese d'arte contemporanesa, sono avvolte da un'aurea misteriosa e densa di pathos. Questi strani oggetti diventano i protagonisti delle sue fotografie con significati a volte criptici, più spesso come metafore, apertura di un nuovo spazio simbolico, in cui il rapporto fra il significante e il significato è arbitrario. L'arbitrarietà dà la possibilità di creare nell'immaginario collettivo un nuovo orizzonte di senso, entro il quale si produce una concettualizzazione scientifica e artistica. L'artista ha scelto come oggetto della sua ricerca le "antenne", quegli oggetti che popolano i tetti delle città, quasi per entrare all'interno del sistema sociale contemporaneo e analizzare la cultura della comunicazione massmediale, caratterizzata da una insistente e persistente omologazione della cultura di massa.


Antenne e croci, 2011, stampa su pvc




Antenne e croci, 2011, stampa su pvc


Noi rincorriamo miti e idoli che la televisione ci propina e come obnubilati seguiamo tutte le nuove mode, perdendo di mira la nostra vera identità. Le "antenne" e le "croci" diventano per Zucchini le nuove icone di un'epoca di transizione, simbologie diverse, ma molto simili nel messaggio che vogliono veicolare, perché invitano a riflettere e a far riscoprire la bellezza della diversità culturale dei popoli. Come riferisce Max Weber,“la cultura è l’attribuzione di significati e di valori da parte degli uomini a un segmento finito di quell’infinità priva di senso che è il mondo.”
Il giovane Emiliano Zucchini lavora sul tema delle croci e delle antenne indicandoli come i nuovi simboli di una comunicazione sofferente se non passiva. L'unione dei due mondi iconici porta a stranianti paesaggi, realizzati in studio, che pongono l'accento sui simboli di vecchie e nuove sacralità. Una critica audace, la sua, rivolta al sistema della comunicazione massmediologica e al suo potere di assopimento, anestesia e assenza.
La scelta di queste singolari immagini, dunque, s’indirizza verso un bisogno collettivo di riscoprire il senso della vita e annuncia una nuova era “artistico-massmediale”, pronta a indicarci la strada del futuro, risvegliandoci dal lungo letargo.


Eclisse, 2012, stampa su pvc






ARTISTI DELLA GALLERIA "Arte a Colori" di Francesca Sensi:
- Marco Manzella - Alessandro Reggioli - Fabio Rota - Lorenzo Perrone
Critico under 35: Carmelita Brunetti

Carmelita Brunetti, specializzata in Psicologia dell'arte, già docente all'Accademia di Belle Arti FABA di Cosenza, Direttore Responsabile della rivista "Arte Contemporanea".
e-mail:
carmelita.arte@libero.it




E' vietata la riproduzione anche parziale dell'articolo e delle immagini © Copyright