Work in progress - Anno XIII - n.58 -Ottobre-dicembre 2018
Autorizzazione Tribunale di Roma n. 378 del 30/09/2005
 
Work in progress - Anno XIV - n.61 - Luglio - settembre 2019
ARTinFORMA 

La Fratelli TOSO: i vetri storici dal 1930 al 1980 alla Casina delle Civette

di Artemisia





Presso la Casina delle CivetteMusei di Villa Torlonia da maggio a settembre 2019 si svolge la mostra “La Fratelli Toso: i vetri storici dal 1930 al 1980”, dove sono in esposizione più di 50 opere in vetro, tutti pezzi unici e rari provenienti direttamente dalla collezione privata dei Fratelli Toso.
Il percorso della mostra inizia dall’anno più significativo per lo sviluppo della manifattura, il 1930, e arriva al 1980, anno della sua chiusura; 50 anni che hanno visto grandi successi segnare la storia del design del vetro in Italia e che si sono rispecchiati nell’evoluzione artistica e del gusto. L’excursus cronologico della mostra presenta opere stupefacenti ed estremamente raffinate, realizzate in numero sempre limitato, se non esemplari unici, le cui radici trovano comunque ispirazione nella tradizione tecnica dell’antica Vetreria. L’abilità tecnica, lo splendore cromatico e l’esuberanza delle forme dei maestri-designer che hanno lavorato per l’azienda, come Ermanno Toso, Pollio Perelda e Rosanna Toso, hanno permesso alla Vetreria di partecipare agli eventi internazionali più importanti, tra cui le Biennali di Venezia, lasciando un segno indelebile nell’arte vetraria del XX secolo.





Vaso Stellato, Pollio Perelda, 1953


Vaso Millerighe, Ermanno Toso, 1954




Le opere esposte sono anche accompagnate dai relativi disegni e bozzetti provenienti dall’Archivio storico della Vetreria dove si conservano più di 30.000 disegni, migliaia di foto, cataloghi e documenti relativi alla vita dell’Azienda sin dal secondo Ottocento. Infatti la storia della manifattura comincia nel 1854 grazie a sei fratelli: Ferdinando, Carlo Francesco Nicolò, Liberato, Angelo, Giovanni e Gregorio, figli di Pietro dal ramo del Toso “Cangioro”, da cui discendono tutti i protagonisti della storia della Fratelli Toso fino ai nostri giorni. La raccolta comprende molti esempi della produzione in murrine di fine ’800, i capolavori tra gli anni ’30 e gli anni ’60 e un vasto archivio cartaceo e fotografico che attesta la produzione realizzata in Azienda dalla fine dell’Ottocento fino agli anni ’80 del Novecento.
I vasi Toso sono stati creati con tecniche varie, ma su tutte prevalse la murrina, recuperata nell’antica tecnica e diventata vero marchio di fabbrica dell’azienda.
La mostra romana, nella fantasmagoria dei colori del mondo del vetro, in uno splendido connubio con la “Casina delle Civette”, caratterizzata dal magnifico stile liberty, testimonia la storia e le peculiarità tecniche dell’arte dei Fratelli Toso.





Vaso Kiku Redentore, Ermanno Toso, 1956


Vaso Cattedrale, Pollio Perelda, 1957



EVENTI
In occasione della mostra, i visitatori potranno partecipare alle seguenti iniziative:
sabato 15 giugno e sabato 14 settembre ore 11.00 visita della mostra con Caterina Toso, storica del vetro ed erede dell’Archivio della Fratelli Toso, per approfondire la storia della manifattura e del vetro muranese.
Le iniziative sono gratuite. È necessario essere in possesso del biglietto del museo da acquistare presso il Casino Nobile. Gratis per i possessori della MIC card.
Sabato 22 giugno ore 15.30 e sabato 7 settembre ore 11.00 laboratorio didattico rivolto a bambini dai 6 ai 10 anni dedicato a una tecnica antichissima: il vetro murrino. Dopo una visita guidata alla mostra, i bambini (massimo 20) giocheranno con le murrine esaminandone le diverse tipologie e combinazioni. Avranno modo di sperimentare questa tecnica a partire dalla composizione a freddo prima della loro cottura in forno.
Prenotazione obbligatoria al cell. 393/5119290. Laboratorio gratuito per i bambini; eventuali accompagnatori possono entrare nel museo e alla mostra con il biglietto acquistato presso il Casino Nobile.
Nelle domeniche di giugno e settembre alle ore 11.00 presso il Giardino della Casina delle Civette si svolgeranno dei concerti gratuiti dell’A.GI.MUS – Sezione di Roma senza obbligo di prenotazione. I programmi dei singoli concerti verranno pubblicati sul sito del Museo della Casina delle Civette.





Vaso Kiku Liberty, Ermanno Toso, 1960


Vaso Foglie, Rosanna Toso, 1970


Per informazioni :
www.ilmondodelvetro.com
Ufficio Stampa e-mail: paolasaba@paolasaba.it




E' vietata la riproduzione anche parziale dell'articolo e delle immagini © Copyright