Autorizzazione Tribunale di Roma n. 378 del 30/09/2005
 
Rivista bimestrale -Anno III- Mag./ago. 2007, n.9-10
FULMINI e SAETTE  


LA POSTA

Questo spazio, messo a disposizione dei nostri lettori, intende tuonare contro l'omologazione del cattivo gusto, l'inciviltà, l'abusivismo e la negligenza delle autorità preposte alla tutela dei Beni Culturali ed ambientali.






Nihil novi sub sole!



sembra un suk africano, invece è Lungotevere vaticano a Roma! Dopo pochi giorni da queste foto, il tutto è stato sgombrato, ma quanto durerà??!
Susanna B. da Alassio
 
Abstulerat totam temerarius institor urbem,
Inque suo nullum limine limen erat.
Iussisti tenuis, Germanice, crescere vicos,
Et modo quae fuerat semita, facta via est.
Nulla catenatis pila est praecincta lagonis,
Nec praetor medio cogitur ire luto,
Stringitur in densa nec caeca novacula turba,
Occupat aut totas nigra popina vias.
Tonsor, copo, cocus, lanius sua limina servant.
Nunc Roma est, nuper magna taberna fuit.


(Marco Valerio Marziale, Epigrammi, libro VII, 61)

Il venditore ambulante temerario Roma intera ci rubava via, non si vedeva pi alcuna soglia, dall'alto in basso tutte erano ingombre.
Tu, Germanico, ora hai ordinato di sgomberare i vicoli e dove prima si vedea un sentiero, ora possiam percorrere una via.
Nessun pilastro ora circondato da bottiglie legate intorno ad esso, n il pretore costretto a camminare in mezzo al fango, n il rasoio alla cieca pi impugnato in mezzo ad una turba che si pigia o nere bettole ingombrano le vie.
Barbieri, osti, beccai e cucinieri stanno ciascuno avanti alla lor soglia.
Ora si pu dir che Roma Roma: prima era tutta una bottega.




Ecomostri e permessivismo.

La spiaggia di S.Maria di Ricadi (zona Capo Vaticano, VV): una baia bella come poche, ma quando si giunge sulla spiaggia.... ecco che un muro  orrendo è stato innalzato tra la sabbia finissima ed una cementificazione selvaggia che ha deturpato la bellezza del luogo! Ma perchè non sono state rispettate le leggi che impediscono l'edificazione di ecomostri come questo complesso turistico, che sorge direttamente sulla battigia nell'incantevole (un tempo!) baia di S. Maria? Possibile che sia stato permesso questo scempio e che nessuno protesti?

Sergio G., un turista sconvolto


La spiaggia di Santa Maria, in Calabria... delimitata da un orrendo muro di cemento!
..


-
Il moderno complesso alberghiero, sorto nel 2005, direttamente sulla spiaggia!



La baia di Santa Maria, in Calabria, vista dall'alto


L'abbandono imperversa!

ROMA:il tempietto cinquecentesco dedicato a S. Andrea sulla via Flaminia, progettato a pianta centrale ed attribuito all'architetto rinascimentale Jacopo Barozzi, detto il Vignola, autore fra l'altro, della Chiesa del Gesù. Ma anche se così non fosse, è questo il modo di conservare un monumento antico, anzi un piccolo gioiello, a cui si è aggiunta "l'opera" dei taggers che ne ha orrendamente imbrattato i muri? La Soprintendenza ai Beni Architettonici dorme, oppure è in tutt' altre faccende affacendata? Riteniamo che tra i valori di una società civile, primario sia il rispetto di ciò che la storia e la genialità artistica ci ha lasciato; ma evidentemente sbagliamo...

Fiammetta P. da Imola  





Roma:Tempietto di S. Andrea, attribuito al Vignola (XVI sec)



I "bei" lampioni  di Sermoneta!



I lampioni moderni...

SERMONETA, delizioso borgo medioevale dalla storia antica, in provincia di Latina, situato ai piedi del Castello-fortezza dei Caetani, avrebbe volentieri fatto a meno di questi nuovi lampioni stilizzati a forma di fiaccola, di discutibile gusto....a volte la tradizione va rispettata e tutti guadagnano!

Oliviero C. , da Urbino



I lampioni tradizionali, vecchio stile


Un acquedotto antico?!





In provincia di Vibo Valentia, sull'altopiano che scende al mare, mi sono imbattuto casualmente in una bella costruzione molto somigliante ad un acquedotto romano, ma come si può intuire, non segnalata da alcuna scritta, anzi nascosta tra rovi e sterpaglia in una zona desolata. Senso di squallido abbandono in una regione così ricca di storia e di cultura. Peccato!


Riccardo F., di Reggio Calabria






Se volete porre quesiti, esprimere opinioni o denunciare fatti ed abusi relativi al mondo dell'arte o all'ambiente, scrivete alla nostra Redazione e saremo lieti di pubblicare i "vostri" servizi in tempo reale.


E' vietata la riproduzione anche parziale dell'articolo e delle immagini © Copyright