Autorizzazione Tribunale di Roma n. 378 del 30/09/2005
 
Rivista bimestrale - Anno I - Sett./ott. 2006, n. 5
INTERFERENZE 

LETTERATURA CINEMA TEATRO


Aspettando "Cinema. Festa Internazionale di Roma"
di Marina Turco





La prima edizione della kermesse cinematografica romana, che ha il volto della Lupa capitolina in posa d'attrice, con grandi occhiali che emanano fasci di luce azzurra, come illustrano i curiosi manifesti pubblicitari affissi per le strade, ridona finalmente lustro alle topografie di una città che profuma di cinema e che il cinema ha imprigionato nella memoria collettiva cinéphile. Roma, sfondo o luogo di appartenenza di una tradizione italiana di registi e di attori di valore mondiale e sede della nostra industria del ciak nelle storiche architetture di Cinecittà, tanto da far meritare, al festival che ospiterà, il riconoscimento di Festa dell'industria cinematografica. Elementi, che certo incrinano l'incontestabile primato di Venezia e inducono a chiedersi come terminerà questa pacifica "sfida". La manifestazione che è promossa, oltre che dal Comune di Roma e dalla Camera di Commercio di Roma, dalla Regione Lazio, dalla Provincia di Roma, da BNL - Banca Nazionale del Lavoro (main sponsor), da partner tecnici e sponsor di settore (3, Lottomatica, Mini e Costa), ha dato immediatamente ridondanza alla questione dei finanziamenti piuttosto generosi verso questa nuova iniziativa ed anche a quella dei budget dei 9 milioni di euro di Roma, contro gli 8,5 milioni del Festival di Venezia. Senza contare le prospettive organizzative che ruotano attorno all’evento.
Insomma, a parte queste aride ed impoetiche questioni economiche, dall' Auditorium-Parco della musiaca di Renzo Piano, cuore della Mostra, a Via Veneto, a Piazza del Popolo, a Fontana di Trevi, da Cinecittà al Centro Sperimentale di Cinematografia, dalla Casa del Cinema in Villa Borghese alla Casa delle Letterature, dalla Casa del Jazz alla periferia, s'innescherà, dal 13 al 21 ottobre 2006, un circuito di attraenti iniziative dedicate al cinema e non solo (rassegne parallele, incontri e dimostrazioni, musica, moda, letteratura), volute da Walter Veltroni, Sindaco di Roma e Presidente del Comitato di Fondazione CINEMA e da Goffredo Bettini, Presidente di Fondazione Musica per Roma. L'allestimento prevede un totale di oltre 20 schermi all'insegna di anteprime del grande cinema internazionale, ma anche l'organizzazione di screening e convegni che diano fervore commerciale alla manifestazione, favorendo l'incontro di diversi soggetti operanti nel campo del business internazionale dell'audiovisivo, specialmente europeo, come previsto dal progetto che trasformerà via Veneto in The business Street.
Il programma artistico del Festival si articola in cinque sezioni con 80 film, tra anteprime internazionali alla presenza dei rispettivi registi ed interpreti: dalla sezione dedicata all'assegnazione dell’Acting Award, premio istituito da Cinema. Festa Internazionale di Roma in collaborazione con IMAIE, a Sean Connery, con una retrospettiva di 14 film a lui dedicata e da lui scelti personalmente (sezione Premiere), fino alla selezione di opere inedite provenienti da tutto il mondo, con il proposito di dare evidenza e popolarità ad artisti emergenti. Ecco a tal fine costituita una giuria di 50 membri sotto la guida di Ettore Scola con il compito di assegnare il Premio per il miglior film in 200.000 euro, nonché quelli per la migliore interpretazione femminile e maschile. Sperimentazione ed originalità sono, invece, le parole d'ordine della sezione "Extra"non competitiva, che ospiterà lavori mai passati in Italia in live action o realizzati in digitale, con tecniche della computer grafica, dando rilievo all'interessante connubio tra video giochi e cinema o ancora documentari, tv avanzata ed un omaggio al famoso Tribeca Film Festival di New York. Per il "Festival nel Festival", la manifestazione ingloberà la già esistente Festa dedicata al cinema per ragazzi, dal titolo "Alice nella città". Tra i film italiani che saranno presentati alla prima edizione della Festa del Cinema di Roma, già annunciati, “La sconosciuta” di Giuseppe Tornatore, “N” di Paolo Virzì con Monica Bellucci, “A casa nostra” di Francesca Comencini con Valeria Golino e Luca Zingaretti, “Fascisti su Marte” di Corrado Guzzanti e “Uomini forti” di Stefano Della Casa. E' molto attesa, nella sezione "Premiere", l'anteprima del nuovo film di Eugenio Cappuccio “Uno su due”. Dal tema dell' alienazione professionale di ”Volevo solo dormirle addosso”, il regista passa ad una storia incentrata sul tema della malattia, i cui interpreti sono Ninetto Davoli e Fabio Volo. Sarà presentato anche il nuovo film documentario, realizzato con il patrocinio dell'Unicef, di Costanza Quatriglio.
Forte inoltre la presenza di opere prime: Lezioni di volo di Francesca Archibugi, con Giovanna Mezzogiorno, Salvatore di Giampaolo Cugno, con Enrico Lo Verso, L'aria salata di Alessandro Angelici, con Giorgio Pasotti, Il giorno più bello di Massimo Cappelli, con Violante Placido e Vieni a casa mia di Andrea Molaioli, con Toni Servillo. Quasi certi La mano de Dios, il biopic su Maratona, firmato da Marco Risi. Tra gli stranieri più accreditati il film A good year di Ridley Scott, The departed di Martin Scorsese e Flags of Our fathers di Clint Eastwood , insieme a All the king's men di Steven Zaillian, con Sean Penn e Jude Lawe e Trust the Man di Bart Freundlich, con Julianne Moore. Un'attenzione particolare sarà inoltre dedicata alla Germania con la proiezione di 5 nuovi film di nazionalità tedesca, che avrà luogo il 17 ottobre nella sala del Cinema Barberini, ed il 18 con un incontro sulla distribuzione dei film tedeschi in Italia (Marketing & Press Strategies) e sulle esperienze di coproduzione e le possibiltà future.
Una prestigiosa statuetta del "Marco Aurelio" in oro ed argento, creata da Bulgari, costituirà l'ambito premio della kermesse capitolina.

Le immagini sono tratte dal sito www.romacinemafest.org

 



I luoghi della Festa


Il manifesto






Auditorium-Parco della Musica.
Foto Moreno Maggi







Auditorium-Parco della Musica
(F. Moreno Maggi)







Auditorium-Parco della Musica
(F. Moreno Maggi)







Via Veneto






La Casa del Cinema





 

E' vietata la riproduzione anche parziale dell'articolo e delle immagini © Copyright